architetto libero professionista, nonché laureato in Metodi per la valutazione, la previsione e il controllo dei sistemi socioeconomici presso la Facoltà di Scienze Manageriali, Ud’A di Chieti-Pescara.

Analisi dei dati

è Dottore di Ricerca in Politiche sociali e sviluppo locale conseguito presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo.

Analisi dei dati

A. Di Petta(1964) È neuropsichiatra e psicopatologo di formazione fenomenologica, e stato allievo del compianto prof. Bruno Callieri. Già Direttore dell'U.O. Doppia Diagnosi-Centro Giano ASL NA 2 Nord, è Dirigente Medico presso il SPDC del P.O. "Santa Maria delle Grazie" di Pozzuoli, DSM ASL NA 2 Nord. Referente per Comorbidita psichiatrica dei tossicodipendenti e attivo presso il Carcere femminile di Pozzuoli, socio fondatore della Scuola di Psicoterapia e Fenomenologia Clinica di Firenze e vice presidente della Societa Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, redattore capo della rivista Comprendre, Archive International pour l'Anthropologie et la Psychopathologie Phénoménologiques. Insegna in diverse scuole di specializzazione in psicoterapia ed è autore di numerosi testi.    

ESISTENZA rifIl manicomio466Io e TuNella terra di nessunoFenomenologia psicopatologia e psicoterapiaCopertina Nel nulla esserci di Gilberto di PettaLeila delirio e destino Fenomenologia di un incontroIl paradigma Erlebnis

Giovanni Dotoli

Giovanni DOTOLI, nato il 24 giugno 1942 a Volturino, in provincia di Foggia, è Professore ordinario di Lingua e Letteratura Francese all'Università di Bari Aldo Moro dal 1980 e docente di Francofonia ai Cours de Civilisation Française de la Sorbonne, a Parigi, dal 2012. Dal dicembre 2016 è Professore Emerito dell'Università di Bari Aldo Moro.

È Cavaliere, Ufficiale e Commendatore nell'Ordine delle Palme Accademiche del Governo francese.
Con decreto del 5 maggio 1999, il Presidente della Repubblica francese Jacques Chirac gli ha conferito la "Légion d'Honneur", con il grado di ufficiale, per alti meriti culturali.

Nel 2000 ha ricevuto il Grand Prix de l'Académie Française, per il ruolo svolto nella diffusione della lingua e della cultura francese nel mondo.

Ha fondato e dirige o codirige diverse collane e riviste. È autore di centinaia di libri, saggi e articoli, e curatore di numerosi volumi miscellanei di atti di convegni internazionali, pubblicati in Italia e all'estero.

È specialista del XVI, del XVII, della seconda metà del XIX secolo, dei movimenti d'avanguardia dell'inizio del XX, della francofonia canadese e mediterranea, della cultura popolare, dei dizionari bilingui e monolingui e della poesia contemporanea.

È stato professore invitato all'University of Chicago e all'École Normale Supérieure di Parigi.

È poeta di lingua italiana e di lingua francese. La sua poesia è tradotta in giapponese, francese, inglese, spagnolo, catalano, maltese, albanese, montenegrino, polacco, lituano, slovacco, tedesco, serbo e arabo.

Come poeta ha ricevuto diversi premi, tra cui il Premio Molinello, presieduto da Mario Luzi, il "Prix européen Senghor" e il "Prix Dante" per l'opera completa.

La poetica di Giovanni Dotoli può essere riassunta nella certezza di una responsabilità della poesia oggi, epoca di scienza e di globalizzazione, attraverso il dialogo con la semplicità dell'origine e con le forze essenziali del creato, in una continua ricerca d'amore.

Giovanni Dotoli è uno dei membri più attivi dell'Intuitismo, movimento poetico e artistico fondato in Francia una decina di anni fa da Éric Sivry e Sylvie Biriouk.

PaneLettere Numeri ColoriLalgérieIl poeta il destinoLe DictionnaireENTRE LITALIE ET LESPAGNEENTRE Ciel et

è Dottore di Ricerca in Culture, Linguaggi e Politica della Comunicazione, conseguito presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione, dell’Università di Teramo.

Analisi dei dati