A. AncoraPsichiatra e psicoterapeuta di formazione relazionale-sistemica, si occupa da più di venti anni di tematiche transculturali sia in Italia (Puglia, Sardegna, Lazio) che in altri Paesi (Siberia, Mongolia, Guatemala, Grecia). Ha pubblicato numerosi lavori sull'argomento. È fra i curatori del testo "Longlong - psichiatria transculturale in Papua Nuova Guinea", per le edizioni Celi-Faenza (1987) e dell'edizione italiana del libro di P. Watzlawick "La realtà inventata", Feltrinelli Milano (1983). Ha curato "Psichiatria e Culture" di J. Leff per le edizioni Sonda di Torino (1993). Attualmente svolge attività clinica nei servizi territoriali di Roma, coordinando il Servizio di terapia familiare per patologie gravi della ASL RM-B (UOC) XVIII). È professore a contratto di psicoterapia presso l'Università degli Studi di Trieste.

 

La dimensione transculturale 

Antonio Ascione, He is now in service at the Department of Motor Sciences and
wellness of the University of Naples “Parthenope” as a researcher at determined
time and time defined, for the competitive sector 11/D2 “Didactics, special pedagogy
and educational research” Disciplinary Sector M-EDF/02 “Methods and
Didactics of sporting activities. He is holder of the teaching of “Sport & Disability”
and “Methods and Didactics of sporting activities” for the Bachelor Degree in
Science for the prevention and wellness - LM 67. His main research topics are the
special pedagogy and Sport in athletes with disabilities.

 SPORT

camille aubaudeCAMILLE AUBAUDE è nata a Parigi il 13 ottobre del 1959. Laureata in Lettere, è una delle personalità di spicco della città di Amboise.
Dopo aver insegnato all'Université Paris III Sorbonne nouvelle, e presso università straniere (Egitto, Stati Uniti, Giordania), rappresenta la poesia francese in numerosi convegni e festival di poesia e riceve poeti nella Maison des Pages di Amboise, una strana casa medievale che ha restaurato e che ha dato il nome a una collana di poesia che accoglie poeti contemporanei. Alla Maison de la Poésie, al teatro Molière, a Parigi, anima dei «Dialogues de Poésie».
«Un immaginario femminile, segreto, fecondo, indimenticabile. L'unione dell'Oriente e dell'Occidente, dell'amore e della solitudine, della cultura e della libertà mi fa sentire il vostro canto immenso e senza freni», ha osservato Léopold Sédar Senghor. L'opera di Camille Aubaude privilegia una folla di lettori anonimi o celebri, e anche di fotografi, attori di teatro, cineasti e pittori. Difesa sin dal 1979 da Henri Michaux, poi Jorge Luis Borges, Julia Kristeva, Claude Vigée, Marguerite Duras, Henri Bauchau, quest'opera densissima contempla al suo interno rac-colte poetiche, traduzioni, saggi letterari importanti come Les Femmes de lettres, Le Mythe d’Isis de Gérard de Nerval, critiche letterarie, artistiche e cinematografiche, prose liriche e racconti sotto forma di «diario»: La Maison des Pages e Le Voyage en Orient.

È nato a Oviedo, capoluogo delle Asturie, Cattedratico emerito di Psichiatria e Psicologia Medica all'Università Complutense di Madrid; Accademico dell'Accademia Reale di Medicina; Dottore Honoris Causa in varie Università; Presidente dell'Associazione Spagnola di Psichiatria e Psicologia Sociale; Direttore dell'Istituto degli psichiatri di lingua spagnola. Ricopre numerosi altri incarichi scientifici. È Direttore della rivista Psicopatologίa. Brillante oratore, ha tenuto importanti conferenze in varie Università e Accademie. Attento alle variazioni culturali e ai contesti esperienziali dell'uomo moderno, è autore di più di 400 pubblicazioni. Tra le sue opere occorre citare: Fundamentos de la psiquiatrίa actual (1979), Formas actuales de neurosis (1981), Personalidad del alcohólico (1988), La depresión y su diagnóstico. Nuevo modelo clίnico (1988), Psicologίa médica y social (1989), Alcoholdependencia (1992), Estigmas, levitaciones y éxtasis (1993), Vencer la depresión (1994), Psicologίa del terrorismo (1994), Las otras drogas (1996).

Professore emerito all'Università del Vermont, ha dato contributi in numerosi convegni, ha scritto articoli su Alfred Adler per enciclopedie e ne ha curato il suo volume The science of living.

Rowena R. Ansbacher, sua moglie, è stata per lungo tempo associata a lui come primo curatore di The Journal of Individuai Psychology. Insieme, gli Ansbacher, hanno curato due libri degli scritti di Adler, The Individuai Psychology of Alfred Adler e Superiority and Social Interest.